lunedì 15 ottobre 2007

L' Essenza


Liberté, Fraternité, Egalité
- il sunto/simbolo degli ideali della Rivoluzione Francese.

Sono tre perché formano una piacevole cadenza musicale a dirsi.
Tre perché il tre conferisce magia, un senso di completezza, esaustività.

Liberté - fa contenta la destra.
Egalité - fa contenta la sinistra.

In realtà sarebbe bastato solo Fraternité.

Dove c'è Fratellanza di conseguenza c'é volonta di condivisione e convivialità, suddivsione equa di risorse, Uguaglianza.

Se c'é Fratellanza nessuno si sogna di privare nessun'altro della sua Libertà che nasce con l'uomo.
E nella Fratellanza l'esercizio della Libertà dell'uno non sconfina nell'abuso che costituirebbe l'infrazione della Libertà dell'altro. Sarebbe estraneo al sentimento di Fratellanza.

Fratellanza è ciò che tiene insieme l'universo e lo fa funzionare così perfettamente.
I protoni, fraternamente, senza conflitti, vivono coesi nel nucleo degli atomi, attratti reciprocamente senza che l'uno mai prevalga sull'altro.
Liberamente ed equamente si muovono gli elettroni intorno ad essi. In un'armonia che é fratellanza.

E come la Materia anche l'Energia è espressione di fratellanza.
Corpi celesti ed infinitesimali si attraggono e si respingono in un gioioso gioco fraterno.

A volte si trasformano in altro da sé, in un generoso processo carico di abnegazione che rammenta un sacrifico dettato da spirito fraterno...

4 commenti:

ArabaFenice ha detto...

E' un post che fa riflettere il tuo. Una visione dell'universo come elementi in rapporto di fraternità fra loro. Che c'entriamo noi umani con tutto questo? non saremo un'errore della natura?

SR ha detto...

No Fenice,

siamo solo così simili a Dio da avere un potere immenso, e stiamo appena imparando a usarlo ...

Marko ha detto...

Non sono mica tanto liberi e uguali gli elettroni che girano intorno al nucleo.
Hanno energie diverse perché ognuno occupa uno stato diverso (stati quantici).

Eh eh, perdona la mia pignoleria, bel post.

tommi ha detto...

ciao, bel post!
passa da me se ti va.
a presto
tommi
http://tommids.blogspot.com